Inizia la raccolta 2021/2022.

A breve inizieremo con la raccolta delle olive. I frutti sono ormai maturi!

L'olio EVO BIO LE PASSIONI 2021/2022sta per arrivare!

 

 


Nasce una nuova collaborazione con CUAMM - Medici Con l'Africa

Da anni la nostra famiglia è legata a Medici con l'Africa Cuamm.
Abbiamo il piacere di anticiparvi che a breve inizierà un progetto di solidarietà a fianco del CUAMM per supportare i sistemi sanitari dei paesi africani in quell'ultimo miglio spesso dimenticato.
Stay tuned..
Nel frattempo potete informarvi sui progetti del Cuamm visitando il sito www.mediciconlafrica.org e il video di presentazione https://youtu.be/c5VQN0e3Tfg

Le Passioni BIO segnalato nella Guida Gambero Rosso 2021!

Il nostro olio EVO Bio Le Passioni, prodotto interamente tra le colline di Chiampo e Nogarole Vicentino, ottiene le due foglie rosse nella guida Gambero Rosso 2021 agli extra vergini d’oliva d’eccellenza.
Un altro riconoscimento che ci ripaga del lavoro svolto e ci conferma tra le migliori produzioni italiane.
Un grazie a tutti coloro che conoscono e sostengono i nostri prodotti.

Inizia la raccolta 2020/2021!

Inizia la raccolta 2020/2021!
Le olive sono in buona salute, le analisi di laboratorio dei frutti sono perfette.
Ora ci concentriamo su una raccolta manuale “dolce” per lasciare integre le olive e rispettare gli alberi.
Tra poche ore la prima molitura, nel nostro frantoio aziendale.
Il percorso che fanno le olive per diventare Olio Evo Bio Le passioni è di circa 500 metri, forse meno.
Dal campo al frantoio aziendale e fino all’imbottigliamento.
Tutta la filiera si chiude dentro la nostra azienda.
Oltre alla coltivazione biologica, anche il resto del processo è ispirato alla piena sostenibilità ambientale.
Dal campo alla bottiglia tutto nelle nostre mani


Bottiglie d'olio biologico per i ristoratori della provincia

Il mondo della ristorazione è stato fortemente colpito dall’emergenza Coronavirus che ha determinato la chiusura delle attività.

L’azienda agricola Le Passioni di Nogarole, produttrice di olio biologico di eccellenza nella lessinia vicentina, ha deciso di dare il proprio contributo per sostenere la categoria offrendo 400 bottiglie del proprio olio di oliva biologico ai ristoratori della provincia di Vicenza.

A presentare l'iniziativa ci sono oggi a palazzo Trissino il sindaco Francesco Rucco, Gianluca Baratto, presidentedell'associazione provinciale ristoratoridi Confcommercio Vicenza, e Lucia Repele titolare dell'azienda Le Passioni.

"È un gesto che ritengo fortemente significativo quello dell'azienda Le Passioni - ha commentato il sindaco Francesco Rucco -, un gesto di vicinanza verso i ristoratori che con difficoltà stanno cercando di riprendere l'attività dopo la chiusura prolungata che ha obbligato tanti lavoratori del settore a rimanere a casa. Mi auguro, che nel rispetto delle norme di sicurezza, la ripresa durante l'estate sia produttiva e consenta una ripresa effettiva e duratura".

Le Passioni E.v.o. Bio a Palazzo Trissino Vicenza

"Grazie allo sforzo unito della comunità sotto la guida delle autorità locali e nazionali, siamo in un momento in cui il periodo più critico sembra essere passato - ha dichiarato Lucia Repele titolare dell’azienda Le Passioni -. Ma i postumi sul mondo imprenditoriale piccolo e grande rimangono e affiorano. Molte sono state le azioni di solidarietà piccole e grandi attivatesi nel vicentino. Abbiamo pertanto deciso di offrire 400 bottiglie di olio ai ristoratori che ne faranno richiesta grazie al supporto del sindaco Rucco che ha dato prontamente ascolto a questa idea e ne ha permesso la realizzazione in tempi brevissimi. L’esperienza di difficoltà unisce diversi tipi di aziende, e ci ha dato modo di riscoprire la vicinanza tra le eccellenze produttive del territorio e le eccellenze nella ristorazione vicentina. Con questo gesto si vuole porre l’attenzione sull'importanza di non pensare sempre al proprio piccolo orticello. Piuttosto diventa fondamentale che le imprese trovino modi di sostenersi a vicenda.

"Ringraziamo il sindaco Rucco per aver pensato alla nostra categoria, coinvolgendola in questa iniziativa che il Comune ha ideato e condiviso con l’azienda Le Passioni, e che ha in sé due nobili intenti - ha detto Gianluca Baratto, presidente dell'associazione provinciale ristoratori di Confcommercio Vicenza-: fare omaggio ai ristoratori di un ottimo prodotto, richiamando l’attenzione sulla categoria in questa fase di ripresa dopo il lockdown e valorizzare un’eccellenza della produzione agricola locale come l’olio di oliva. L’auspicio è che l’iniziativa incontri i favori di molti operatori del settore.

Le bottiglie verranno inviate senza alcun costo a tutti i ristoratori che ne faranno richiesta fino ad esaurimento in ordine temporale.


L'eccellenza dell'artigianato locale.

Difesa dell'ambiente e del proprio territorio significa rivolgersi alle eccellenze artigianali locali per una filiera corta anche nel packaging.
Per questo ci rivolgiamo ai maestri della ceramica Ceramiche Edelweiss di Nove (Bassano del Grappa).
E' un lavoro lungo, paziente, pignolo.
Ogni fase ha i suoi tempi di esecuzione, come per la produzione del nostro olio E.V.O. BIO.
Nelle prossime settimane vi terremo aggiornati sulle novità in arrivo.


Le Passioni E.V.O. BIO proclamato "Grande Olio Slow" dalla guida Slow Food.

Il 17 marzo 2019 si sono svolte le premiazioni dei migliori oli Extra Vergine di Oliva secondo la prestigiosa Guida Slow Food.

L'olio E.V.O. BIO Le Passioni dell'azienda Agricola Biologica Repele Lucia, è stato proclamato "Grande Olio Slow". Unico in Veneto ad ottenere tale qualificazione e tra i pochi in tutta Italia.

Il Grande Olio è il premio attribuito all’extravergine che si è distinto per particolari pregi dal punto di vista organolettico e perché ben rispecchia territorio e cultivar. A queste caratteristiche, il premio Grande Olio Slow aggiunge il riconoscimento delle pratiche agronomiche sostenibili applicate.

Tale premio ci ripaga del costante sforzo e impegno nell'utilizzare pratiche agronomiche sostenibili e rispettose della natura e del paesaggio.

Siamo fermamente convinti che un prodotto di eccellenza dal punto di vista della qualità organolettiche e gustative non può prescindere dalla sostenibilità del metodo di produzione.


Due Eccellenze vicentine unite nel gusto. Lorenzo Cogo sceglie E.V.O. Le Passioni.

Lorenzo Cogo, Chef stellato del ristorante El Coq – Garibaldi a Vicenza, ha scelto il nostro Olio Extravergine Biologico.

E noi, aggiungiamo, abbiamo scelto Lui. Il modo migliore infatti di valorizzare il nostro Olio è abbinarlo a dei piatti che sappiano esaltarne le proprietà e il sapore. Qualche giorno fa, abbiamo avuto l’onore di ospitarlo per una visita nella nostra Azienda Agricola, dove ha potuto seguire da vicino le fasi della molitura.


Ecco lo Chef Cogo con Repele Lucia mentre camminano tra gli uliveti dell’Azienda Agricola, situata nella Lessinia vicentina.

L’olio biologico “Le Passioni” è frutto del lavoro della nostra famiglia. Dalla potatura, alla raccolta, alla frangitura a freddo, fino al confezionamento. Dall’oliva alla bottiglia solo attraverso le nostre mani.


Per spremitura a freddo si intende la produzione di olio extravergine d’oliva attraverso un processo meccanico. La temperatura a cui avviene l’estrazione deve essere inferiore ai 27°C.

Questo permette di aumentare i benefici che derivano dal consumo di olio extravergine d’oliva: infatti la spremitura a freddo ne lascia inalterate le caratteristiche fisiche e nutrizionali.


Francesca, figlia di Repele Lucia, è assaggiatrice professionista d’Olio d’Oliva, qui descrive i nostri oli e le fasi della lavorazione.

L’olio prodotto, proveniente da oliveti biologici situati a 450m di quota, ha ogni volta sfumature diverse, uniche e irripetibili.


Siamo certi che nel ristorante di Lorenzo Cogo il nostro Olio saprà sposarsi perfettamente con la sua bravura e il suo estro.


IRRIGAZIONE: curiamo il dettaglio per raggiungere l'eccellenza.

In questi giorni siamo impegnati al chiaro di luna e all'alba con irrigazioni controllate degli uliveti. L'acqua utilizzata esclusivamente nelle ore serali e mattutine per evitare sprechi, deriva dalla nostra sorgente di collina.

Riportiamo un estratto di un articolo pubblicato su www.teatronaturale.it a cura di Alberto Puggioni dove si fa il punto sull'incidenza di una corretta irrigazione per raggiungere livelli elevati di qualità.

Irrigazione indispensabile per garantire qualità e quantità della produzione olivicola

L’accrescimento dell’oliva in condizioni irrigue ha andamento pressoché lineare fino quasi all’invaiatura. L'irrigazione può anche arricchire il patrimonio aromatico dell'olivo e, in condizioni di deficit controllato, il patrimonio in polifenoli ne è influenzato positivamente

È possibile, usando questa importante variabile agronomica, garantire produzioni elevate e qualità riconoscibile?

L’obiettivo di un’olivicoltura moderna, deve essere quello di avere piante in equilibrio tra la vegetazione e la produzione, che siano in grado di sostenersi e di affrontare le avversità. La grande forza di adattamento dell’olivo è anche legata alla capacità di usare al meglio l’acqua a disposizione nel terreno e nei loro tessuti. Una pianta che soffre di stress idrici, risulta maggiormente attaccabile e sensibile. Per l’olivo, di contro, l’acqua è un forte promotore della produzione e i vantaggi sono numerosi purché ci si attenga all’appagamento dei fabbisogni idrici della pianta senza eccessi. Irrigando correttamente un oliveto giovane o in fase di allevamento si ottiene un rapido sviluppo vegetativo e si anticipa l’entrata in produzione con la riduzione delle condizioni che innescano l’alternanza produttiva. Inoltre, è favorito lo sviluppo di un’abbondante rete di radici assorbenti nella zona bagnata dai gocciolatori. Un’ampia sperimentazione mostra come l’irrigazione di un oliveto maturo e produttivo, oltre alla riduzione dell’alternanza produttiva, porti vantaggi nella produzione di olio e di olive con incrementi produttivi di quest’ultime che possono raggiungere il 100%. Alla migliore e più diffusa distensione dei germogli, si aggiunge l’aumento del numero d’infiorescenze e l’aumento della percentuale di allegagione dei frutti. Importante la diminuzione dell’incidenza di aborto nell’ovario e cascola delle drupe.

L’accrescimento dell’oliva in condizioni irrigue ha andamento pressoché lineare fino quasi all’invaiatura: l’irrigazione aumenta il volume del nocciolo e della polpa alla raccolta.
Bisogna iniziare a irrigare quando il terreno contiene ancora umidità concentrando l’attenzione sulla fioritura, l’allegagione, durante il primo sviluppo del frutto e durante l’accumulo di olio.

In merito alla relazione tra irrigazione e qualità delle olive le evidenze dicono che la composizione in acidi grassi, il numero di perossidi e l’acidità libera non vengono influenzati significativamente dall’irrigazione. Il profilo sensoriale in oli da olivi irrigui, invece, può giovarsi dell’aumento dei composti volatili responsabili del fruttato e degli aromi varietali. Irrigando in deficit idrico controllato* il patrimonio in polifenoli ne è influenzato positivamente. Quindi le caratteristiche del frutto, il peso medio del frutto, l’epoca di maturazione, il carico di frutti per albero, sono risultati positivamente influenzati dallo stato idrico gestito con l’irrigazione a goccia Netafim; è emerso che irrigazioni più abbondanti hanno portato a maggiore accumulo di olio nel mesocarpo (polpa) come avvenuto in annate piovose; dal punto di vista organolettico-merceologico i parametri sono simili tra le tesi; i polifenoli totali sono risultati più alti negli oli prodotti da alberi non pienamente irrigati (deficit idrico controllato) (R. Gucci & G. Caruso 2009-11). In conclusione, l’irrigazione è oggi utilizzata come una delle tecniche agronomiche capaci di influenzare positivamente la quantità e la qualità delle produzioni in olivicoltura.

di Alberto Puggioni
pubblicato il 22 settembre 2016 in Strettamente Tecnico


Le passioni: Olio Slow 2018!

Olio Slow 2018! Martedì 17 aprile 2018 presso il salone Sol&Agrifood (Salone Internazionale dell'Agroalimentare di Qualità del Vinitaly 2018) è stato consegnato da Slow Food Italia all'azienda agricola Repele Lucia il riconoscimento di Olio Slow 2018.

Un altro prestigioso riconoscimento che ci rende ancor più solidi nei nostri ideali di piccoli produttori e di custodi del paesaggio.


Siamo su FLOS OLEI 2018

Siamo emozionati nel dire che siamo stati pubblicati sulla guida FLOS OLEI 2018.

FLOS OLEI è la prima guida internazionale dedicata al mondo dell'extravergine d'oliva e alle aziende che lo producono. Gli oli pubblicati tra le pagine di questo volume vengono selezionati attraverso criteri rigorosi da un panel di esperti assaggiatori, coordinati da Marco Oreggia (editore del libro assieme a Laura Marinelli). La guida presenta una panoramica di ben 40 paesi e viene pubblicata sia in lingua italiana che inglese raccogliendo i migliori oli partecipanti al concorso internazionale FLOS OLEI.

Per citare la fonte:

Il Concorso Internazionale FLOS OLEI si propone l’obiettivo di valorizzare la qualità dell’olio extravergine di oliva a livello internazionale, premiandone i prodotti migliori, diffondendone la conoscenza e contribuendo così a una sua corretta commercializzazione.

Essere pubblicati all'interno di una guida così prestigiosa non può che riempirci di orgoglio. È inutile sottolineare quanto questa notizia ci renda fieri. Un'ulteriore prova della qualità che solo l'agricoltura biologica può ottenere.

L'uscita del volume è prevista per il mese di Novembre.
Noi ora ci concentriamo sulla produzione del nuovo olio. Voi potete prenotarlo dando un'occhiata all'Olio BIO Le Passioni


Raccolta olive 2017. Pronti per il nuovo Olio E.V.O. Bio Le Passioni.

Eccoci pronti per partire con la raccolta 2018! Olive coltivate e raccolte a Nogarole Vicentino solo dai nostri uliveti, per un olio E.V.O. biologico che sarà un'eccellenza anche quest'anno tutta da scoprire.

Vi teniamo aggiornati.

Olio e.v.o. Le Passioni Biologico, un mito tutto Vicentino.

Organic beauty!

 

 


Degustazioni a Torri del Benaco e tutela del Made in Italy.

Oggi e domani siamo a Torri del Benaco alla Festa dell'Antica Borgata, per far assaggiare il nostro Olio Biologico, peraltro buonissimo con del gustoso pesce di lago 🐟

 


...e con oggi termina la potatura 2014!

...e con oggi termina la potatura 2014!


Potatura in corso

L'olivo deve essere potato con cognizione affinché possa produrre in modo ottimale: proprio in queste settimane nella nostra Azienda Agricola è in corso la potatura, un intervento finalizzato al miglioramento della vigoria e della produttività della pianta attraverso tagli eseguiti in modo razionale e sistematico.


manutenzione dei terreni

dopo la breve nevicata e le abbondanti pioggie, il lavoro si concentra sulla manutenzione del territorio.

Pulizia degli scoli, drenaggi dei terreni, ciò che serve per conservare il nostro territorio.


Tempo di raccolta

Il lavoro all'Azienda Agricola non finisce mai! Dopo mesi di attenta cura e manutenzione è finalmente ora di raccogliere il frutto di tanta attesa... a breve il nuovo olio.


Autunno fra gli uliveti

E' arrivato l'autunno anche fra gli uliveti della nostra Azienda Agricola. Ora tocca alla natura fare il suo corso e aiutarci a preparare un meraviglioso olio per l'anno prossimo...