Pesto alla genovese

Il pesto (originario di Genova) è una salsa tipica della cucina ligure ed è preparato utilizzando basilico, aglio, pinoli, parmigiano, pecorino e olio extravergine d'oliva.
Il pesto alla genovese è inoltre riconosciuto dal ministero delle Politiche Agricole e la sua denominazione è soggetta al disciplinare del Consorzio del pesto genovese.

Ingredienti

per 600g di pasta

50 g Basilico
2 cucchiai Pecorino Fiore Sardo
6 cucchiai Parmigiano Reggiano
1 cucchiaio Pinoli
2 spicchi Aglio
1/2 bicchiere Olio extravergine d'oliva "Le Passioni"
q.b. Sale grosso

La preparazione


Pulisci le foglie di basilico utilizzando un panno morbido, senza bagnarle. In alternativa lavale, ma falle asciugare con attenzione e delicatezza; se le foglie di basilico si stropicciano o si spezzano il risultato sarà un annerimento che renderà amaro il sapore del pesto. Utilizza un mortaio in marmo e un pestello in legno per ridurre in poltiglia i primi due spicchi d'aglio (già sbucciati) e qualche grano di sale grosso.
Aggiungi dunque le foglie di basilico e il sale rimanente e con movimenti circolari continuate a pestare il composto: vedrete uscire dal basilico un liquido verde vivo, è questo il momento di aggiungere al composto i pinoli. Pestateli per unirli al composto.
Mescolate bene il composto così ottenuto aggiungendo i formaggi grattugiati e l'olio extravergine d'oliva "Le Passioni", a filo, poco alla volta.

Fondamentale nella preparazione è il tempo che dev'essere il minore possibile per evitare l'ossidazione degli ingredienti.

Se non hai mortaio e pestello puoi utilizzare il frullatore. Attenzione però! Sarà necessario azionarlo alla velocità più bassa e in modo non continuato per evitare che il composto si scaldi e renda amaro il tuo pesto. Può essere utile porre le lame e il recipiente del frullatore in frigorifero per un'ora prima di procedere alla preparazione.

Conservazione

Puoi conservare il tuo pesto fatto in casa in frigorifero fino a 10 giorni coprendo la superficie d'olio d'oliva. Oppure puoi conservarlo in freezer per poi scongelarlo a temperatura ambiente.

Scegliere la pasta

I formati di pasta che più si adattano al pesto alla genovese sono le trofie fresche (alle quali potete aggiungere anche patate lessate e fagiolini) oppure le trenette. Potete provare il pesto alla genovese anche con gli gnocchi di patate e le lasagne. In quest'ultimo caso alternate degli strati di pesto con besciamella, mozzarella e parmigiano grattuggiato.


L'olio d'oliva, il miglior alleato dello sport

Il cibo che ingeriamo, specialmente se associato ad uno stile di vita corretto, può assicurare un corretto funzionamento dell'organismo e aiutarci a prevenire molte malattie. In particolare il consumo quotidiano d'olio extravergine d'oliva consente di guadagnare salute, bellezza e longevità. Le proprietà antiossidanti e protettive delle olive aiutano a diminuire la concentrazione di grassi nel sangue e a combattere l’invecchiamento.

Olio extravergine BIO "Le Passioni"
Olio extravergine BIO "Le Passioni"
I benefici dell'olio extravergine d'oliva
  • Favorisce la digestione.
  • Protegge le mucose dello stomaco e della bocca.
  • Previene l’arteriosclerosi.
  • Regola la quantità di colesterolo nel sangue.
  • Ha azione emolliente, quindi favorisce la produzione di bile, regolarizza l’intestino, stimola il pancreas e una maggiore produzione di enzimi.
  • Favorisce l’assorbimento intestinale delle vitamine.
  • Contribuisce allo sviluppo armonico dei bambini.
  • Nell’antichità era usato come farmaco per curare otiti e ferite e per prevenire piaghe.
  • Sopporta la frittura meglio di altri oli.

Per i suoi benefici nutrizionali, l'olio d'oliva viene spesso consigliato in diversi tipi di dieta. Esso contiene infatti grandi quantità di trigliceridi, una risorsa energetica importantissima per il nostro corpo (basti pensare che un chilogrammo di grassi equivale a 8700kcal). Inoltre, l'olio di qualità (come il nostro olio extravergine d'oliva bio Le Passioni), grazie alla reazione causata dagli acidi grassi, permette al nostro corpo di produrre oleyletanolamida, una sostanza che regola il peso corporeo e che riduce la sensazione di appetito.

Quali sono dunque i benefici dell'olio extravergine nello sport?

Lo studio dell'alimentazione nel mondo dello sport è sempre stato associato alla ricerca della miglior performance. I pasti degli atleti, durante gli allenamenti o prima delle gare, devono essere leggeri per permettere all'organismo un rapido assorbimento delle sostanze nutritive. Niente di meglio dunque dell'olio extravergine d'oliva. La sua alta digeribilità e la sua importanza come risorsa energetica ne fanno il miglior alleato dello sportivo.

Per trarne il massimo beneficio è consigliato il consumo a crudo, come condimento, ma è preferibile per le ricette cotte e per le fritture grazie alla sua maggiore resistenza alle alte temperature. L'olio d'oliva infatti raggiunge più difficilmente il punto di fumo (reazione che trasforma gli acidi grassi in composti tossici per il nostro organismo).