Piovono riconoscimenti per il nostro olio

Per il terzo anno consecutivo siamo citati nella Guida agli Extravergini edita da Slow Food:

Equilibrato ed espressivo, sfoggia profumi ampi e accattivanti: nette senzazioni balsamiche e verdi, garbate note floreali, sentori di mela verde e foglia di pomodoro. In bocca la pasta di fitta trama conta su un buon amaro sostenuto, completato da briose stimolazioni piccanti in un contesto armonico dove prevalgono la mandorla verde e la foglia di pomodoro. Apprezzabile sia la continuità delle sensazioni sia il finale asciutto e godibilmente aromatico.

Ringraziamo festadelformaggio.it per averci dedicato un articolo.


La coltura biologica non è uno scherzo

Biologico significa anche non usare diserbanti e tagliare l'erba pianta per pianta. Una faticaccia per noi, ma per la salute e l'ambiente questo ed altro!


Profumo di anice

Non solo olive nella nostra azienda agricola.

L’anice verde (Pimpinella anisum) è una pianta erbacea originaria dell’Oriente, ma ora coltivata un po’ ovunque (Asia, America, Europa), italia compresa.
Molto nota come pianta aromatica è usata nella preparazione di liquori, ma anche di pane e dolci.
Se ne utilizzano i frutti, chiamati diacheni, che contengono il 2-6% di olio essenziale (94% anetolo), il 30% di olio grasso, flavonoidi, sostanze proteiche e derivati dell’acido caffeico (acido clorogenico).